Hai mai provato a slacciare le tue cinture di sicurezza?

A chi non è mai capitato di avere paura o di provare ansia per qualcosa di nuovo da affrontare?

Penso sia capitato a tutti…

Superare gli esami, dover a tutti i costi fare una buona prestazione a lavoro o nello sport, superare un colloquio di lavoro, stare per ore di fronte a un PC cercando di creare un curriculum corretto per quell’offerta di lavoro… Spesso ci provocano un senso di inquietudine e di ansia. Ci legano e ci opprimono, annebbiandoci il cervello, frenandoci fisicamente e impedendoci di ottenere il risultato per il quale pensavamo di essere pronti.

Parte della nostra prestazione, infatti, dipende da come ci prepariamo per affrontare il momento in cui dobbiamo eseguirla.

Sì, perché, anche quando prepariamo ad esempio un semplice esame universitario, spesso trascuriamo un particolare… Il momento in cui dobbiamo sostenerlo. Magari abbiamo studiato tutto, eccetto il modo in cui comportarci nel momento in cui lo sosterremo.

Eppure proprio quel momento include altre abilità che dobbiamo curare.

In questo brevissimo articolo ti spiegherò come apprenderle per riuscire finalmente a slacciare le tue personali cinture di sicurezza e affrontare con successo le prestazioni/giorno dell’esame/colloquio di lavoro.

Questo esercizio che ti mostrerò è presente in centinaia di libri, probabilmente anche in qualcuno che hai già letto, ma come sempre capita con le cose che non hanno un’immediata applicazione, le tralasciamo e ci dimentichiamo che alla fine anche quella era importante…

Fa niente, oggi ti darò la possibilità di recuperare!

Iniziamo.

La prima cosa che ti chiedo di fare è questa: inizia scrollarti di dosso il pessimismo.

Quando l’impresa che dobbiamo compiere ci sembra più grande di noi è facile che capiti. E se l’ansia non arriva il giorno prima a volte ci arriva un attimo prima della nostra prestazione. In quel momento le tue cinture di sicurezza si allacciano e non ti mollano.

Le tue cinture di sicurezza sono proprio quel pensiero che ti lega e che ti dice che puoi far di tutto ma tanto non vincerai.

Il problema è che se pensi di non riuscirci, è proprio così che andrà a finire.

Quando ci immaginiamo qualcosa e pensiamo a cosa succederà quando la affronteremo ci programmiamo perché quella cosa accada. Sembra incredibile, ma è proprio così. Se pensi male, andrà male. E’ per questo motivo che ti chiedo di eliminare la negatività e di pensare positivo! Se pensi bene parti già con il piede giusto.

Se sei davvero pronto, fai questo esercizio, provaci, non te ne pentirai. Queste sono le poche cose che ti servono:

  1. una poltrona o una sedia comoda o in alternativa o un letto;
  2. un po’ di silenzio o un po’ di musica rilassante negli auricolari.

Questo è tutto ciò che ti occorre. Procuratelo.

Ora compi questi semplici passi:

  1. siediti comodo o sdraiati a letto;
  2. poggia una mano sulla parte bassa della tua pancia e inspira profondamente dal naso facendo attenzione che la tua mano si sollevi;
  3. trattieni il respiro per 5 secondi e poi espira dalla bocca;
  4. ripeti questa operazione per 10 volte.

Non appena sarai rilassato, pensa di essere in un bosco. Continua a goderti questo stato di benessere. Senti che sei rilassato e tutto intorno a te non esiste. Esiste un bosco verde, c’è un po’ di vento. Senti del cinguettio.

Ora immagina che qualcosa di inaspettato ti stia arrivando addosso. I tuoi muscoli scatteranno.

Molto bene. Ora devi solo fare in modo di immaginare che quel che ti sta per piombare addosso sia la prestazione che devi compiere. Se lo farai, avrai programmato il tuo cervello con la stessa modalità che utilizzano gli atleti professionisti.

Hai mai notato, guardando le Olimpiadi, che i centometristi o gli atleti che praticano salto in lungo prima della gara mimano i movimenti che faranno? Ora che hai capito perché lo fanno e che hai capito come programmare il tuo cervello a un risultato, slacciamo le tue cinture di sicurezza.

Ora sei pronto per l’esercizio finale.

  1. Ripeti l’esercizio di rilassamento esattamente come prima, ma piuttosto che immaginarti in un bosco, immagina di essere davanti a una platea di 300 persone e di non riuscire a parlare.
  2. Fissa questa immagine nella tua testa: sei in piedi davanti a tutti. Sei arrabbiato con te stesso.
  3. Ecco, una volta che hai fissato quell’immagine nella tua tua testa, distruggi quell’immagine o quel filmato. Per riuscirci fai così: prima di tutto rimpiccioliscilo come se diventasse una miniatura di Youtube e poi scorri il dito sopra e mandalo via. Fallo sparire. Immagina che quell’immagine di te stia bruciando e che poi, una volta diventata polvere, voli via.

Se sei riuscito a distruggere quel pensiero negativo, ora fai il contrario, slaccia le tue cinture di sicurezza e riempiti di positività.

Slaccia le tue cinture di sicurezza!

  1. Ripeti l’esercizio di rilassamento;
  2. torna con la memoria al miglior risultato che hai ottenuto nella tua vita: al tuo diploma, alla tua laurea, al tuo primo lavoro. Scegline uno.
  3. Pensa a quanto eri felice, a quanto ti sentivi bene, forte e in grado di poter scegliere e realizzare qualsiasi cosa.
  4. Ora fai il contrario di ciò che hai fatto con la foto o il video da sfigato. Prendi questa immagine o video, slaccia le tue cinture di sicurezza e trasformati in un supereroe.
  5. Accendi quell’immagine o quel video, riempili di luce e luminosità, prova a ricordarti le sensazioni di benessere, la forza, le voci, i suoni, i colori e i profumi che ha quel momento, quel tuo “io” trasformato in supereroe. Illuminalo, coloralo, respira profondamente.
  6. Sentiti potente! Ora sei potente. Ora sei un supereroe!

Hai visto, è semplice! Quando devo affrontare qualcosa che mi stressa e mi preoccupa, io faccio questo esercizio. Quando devo affrontare qualche difficoltà o qualcosa che può causarmi ansia, mi preparo così. La notte prima mi rilasso, mi immagino la situazione, cerco di visualizzare esattamente come sarà, la stanza in cui sarò, chi ci sarà dentro, mi immagino in quel momento.

Questo esercizio funziona, lasciatelo dire. Poi ci sarà sempre qualcosa che non puoi controllare, ma gli imprevisti saranno molti di meno se lo farai. Puoi usare questo esercizio anche solo per darti la forza nei momenti stressanti e trovare la forza per motivarti il giorno successivo.

Una volta che ti sarai esercitato più volte sulla positività e su come slacciare le tue cinture di sicurezza, ti verrà tutto più semplice.

Quando avrai imparato come tirar fuori la tua immagine o il tuo video da supereroe, sarai pronto ad affrontare qualsiasi difficoltà! Ogni volta che il tuo “io sfigato” verrà a galla, mi raccomando, dovrai tornare ad essere supereroe, ripartendo da questo esercizio.

E adesso che abbiamo slacciato le nostre cinture di sicurezza, siamo pronti.

Buona vita supereroe!

Scopri di più leggendo Come trovare lavoro in Italia

👇👇👇👇👇👇

Link alla versione cartacea

Link all’estratto ebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.