Ripartire significa trasformare lo straordinario in ordinario

E’ proprio un periodo straordinario

Non solo per ciò che accade intorno a noi. Lo dico per me. Avrei potuto curare i miei social, avviare la strategia di marketing che avevo ideato. E invece? Sono quasi sparito dai social.

Sono rimasto, seppure digitalmente, tra di voi. Lo sforzo è stato grande. Ho deciso di regalare tutto il mio tempo in consulenze gratuite. Ho talmente tante persone da seguire che, credetemi, clonarmi non mi basterebbe. Eppure, ho ritenuto che fosse necessario farlo.

Sì, tornare e restare tra di voi mi è servito. Ho sviluppato nuove tecniche, sono entrato in contatto con persone meravigliose, appreso tante nuove cose.

Sto costruendo un’idea imprenditoriale con alcuni, con altri un’idea sociale e solidale. E poi alla fine ho anche scoperto che le due cose possono stare insieme. Perché il mondo di oggi deve necessariamente riuscire a contemplare possibilità differenti, sia di guadagno che di inclusione. Perché il guadagno di oggi non può che essere condiviso, così come le intraprese nuove.

Immagino possibili nuove imprese che siano piattaforme dove le competenze di tanti e le loro idee possano trovare spazio, dove la responsabilità sia condivisa, dove la solidarietà offra, a chi ancora non li ha, gli strumenti per affrontare questa straordinarietà.

Non appena tutto, piano piano, riaprirà, lo straordinario deve trasformarsi in ordinario.

E non parlo di mascherine e di distanziamento sociale. Parlo della solidarietà. Che potrà essere “social”, solo quando tutti avranno gli strumenti perché lo sia davvero e in modo costruttivo.

Ecco perché ho trascurato i social mentre stavo sul divano. Ecco perché ho preferito il PC e ho voluto donare ciò che so a tutti. Con ritardi clamorosi, a volte, ma in situazioni complesse, bisogna saper scegliere e affrontare prima le situazioni disperate.

Sto lavorando sul mio nuovo e-book “I 5 passi per trovare lavoro”.

Lo regalerò a tutti gli iscritti alla newsletter. Lo regalerò solo per 48 ore. Perché poi, dai proventi dell’e-book, farò altro volontariato e altre attività solidali.

Quindi, tra un po’, starà anche a voi aiutarmi ad aiutare.

Buon lavoro supereroi!

P.S. La versione cartacea di “Come trovare lavoro in Italia” è di nuovo disponibile 😉

Se hai bisogno di una consulenza a distanza, basta scriverci un’email

 

Leggi Come trovare lavoro in Italia

👇👇👇👇👇👇

Link alla versione cartacea

Link all’estratto ebook

 

2 risposte

  1. Franco Paronesso ha detto:

    È probabile che siamo di fronte ad un’opportunità epocale. Niente potrà essere come prima. La consapevolezza collettiva si è trasformata. I vecchi valori superati. Di nuovo ci sarà al centro l’essere Umano, la famiglia, la comunita. Il ,”divide et impera”, ha fatto il suo corso.

    • Dario ha detto:

      Per me è sempre stato così… Ma adesso, intorno, vedo voglia di collaborare e donare. E so che sfruttarla a fin di bene, farà la differenza tra ripresa e crescita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.